news_eco_formazione
Online il Catalogo Corsi Sicurezza 2019 della sede di Milano
Dicembre 13, 2018
news_eco_ambiente
Sistri abolito dal 1 gennaio
Gennaio 2, 2019
news_eco_compliance

Prestiti online e meccanismi automatizzati: quali rischi?

Come già accade oltre oceano, anche in Europa si stanno diffondendo sistemi basati su algoritmi di machine learning automatizzati, che permettono di effettuare online richieste di prestiti in pochi minuti e conoscere subito se questi possono essere o meno concessi.

Ma la semplicità della pratica non può tralasciare le questioni relative all’affidabilità del cliente; come possono quindi essere effettuate tali verifiche?
Una soluzione potrebbe essere quella di affidarsi alle moderne tecnologie dei Big Data e Web analytics che permettono di scandagliare i profili social degli utenti e ricavare anche una serie di informazioni collegate (come la cronologia dei siti visitati o la posizione geografica). Questo ad integrazione delle informazioni reperibili dalle fonti tradizionali come le camere di commercio.

I colossi bancari puntano molto sullo sviluppo di questi innovativi sistemi tecnologici e alcuni di questi (come Credit Suiss e Ing) hanno già effettuato importanti investimenti in start up specializzate che offrono tale servizio, in particolare per implementare il segmento di finanziamenti online dedicati alle piccole e medie imprese per velocizzare il loro accesso al credito.

Come sottolinea il presidente di Federprivacy Nicola Bernardi, sarà quindi importante accertarsi che gli utenti siano adeguatamente consapevoli di ciò che comporta questa nuova modalità di erogazione dei finanziamenti e dei “rischi” nei quali si potrebbe incorrere. Fondamentale quindi leggere bene le informative e prestare attenzione ai vari consensi espressi.

Fonte: Federprivacy