news_eco_sicurezza
Sicurezza sul lavoro: Cambia la modalità di denuncia e di verifica degli impianti con il nuovo sistema CIVA
Luglio 18, 2019
news_eco_formazione
Regole tecniche antiriciclaggio rimandate al 2020
Luglio 26, 2019
news_eco_ambiente

UNI: nuova norma ambientale per etichettature

L’Ente Italiano di Normazione sempre attento al tema ambiente ha prodotto una serie di norme a riguardo.

Recentemente anche il recepimento della norma ISO 14026 che fornisce i concetti base relativamente alla comunicazione dell’impronta ambientale dei prodotti nei contesti B2B (business-to-business) e B2C (business-to-consumer) in termini di principi, requisiti e linee guida per le comunicazioni dell’impronta dei prodotti che hanno influenza sull’ambiente.

La comunicazione dell’impronta ambientale (footprint) dei prodotti del sistema produttivo italiano, al fine di sostenerne la competitività sui mercati nazionali e internazionali, è destinata esclusivamente a promuovere la diffusione di informazioni credibili del prodotto prendendo in considerazione il contesto locale o regionale in cui potrebbero verificarsi eventuali impatti ambientali.

I potenziali impatti ambientali sono da considerarsi anche per la fase di produzione utilizzo e fine ciclo del prodotto.

La norma regolamenta in modo standard le comunicazioni e le dichiarazioni relative al modo dei footprint, utilizzando efficacemente l’approccio multicriterio per sviluppare vere e proprie etichette ambientali su prodotti; un’evoluzione rispetto all’usuale carbon footprint (esprime in CO2 equivalente il totale delle emissioni di gas ad effetto serra associate direttamente o indirettamente ad un prodotto)

È lo strumento ideale e indice di qualità e sostenibilità per un’azienda che ha calcolato i footprint ambientali e che intende costruire una comunicazione efficace.