news_eco_sicurezza
Pubblicato l’avviso pubblico per i finanziamenti “ISI INAIL 2020”
Dicembre 2, 2020
Videosorveglianza e protezione dei dati, gli ultimi aggiornamenti del Garante della privacy: la sintesi dell’esperto.
Dicembre 15, 2020
news_eco_amministratori-condominio

Amministratori di condominio e privacy: da UNI novità per il 2021

Il Gruppo di lavoro UNI “Amministratori di condominio” si è recentemente riunito per fare il punto della situazione della normativa tecnica in vigore, anche alla luce dell’emergenza sanitaria in corso e delle disposizioni governative in merito ai finanziamenti e ai bonus presenti nel settore dell’edilizia, temi di un certo rilievo, che investono in maniera significativa l’area di competenza degli amministratori.

La riunione del GL 18 ha trattato innanzitutto due argomenti di stringente attualità: la prioritaria gestione della privacy dei condomini e la verifica delle regole sulla gestione in remoto delle assemblee.

Stefano Bonetto, coordinatore del Gruppo di lavoro, bene illustra l’attuale contesto e le finalità che ci si prefiggono: “il patrimonio abitativo è stimato in oltre 6.000 miliardi e tre cittadini su quattro vivono in una casa di proprietà, che per molti è una parte veramente rilevante del proprio patrimonio personale, attuale e futuro. Per questo la nostra attività è molto importante: dobbiamo considerare i servizi ai condomini a 360 gradi e collegarli alle nuove tendenze. Il programma di lavoro del 2021 è orientato proprio a questi obiettivi, partendo dalla figura centrale: l’amministratore condominiale”.

L’incontro del GL è servito anche a definire il ruolo delle associazioni di categoria nel fornire guide specifiche complementari alle norme tecniche, ad esempio in materia di ecobonus (le detrazioni fiscali del 110% per interventi edilizi definite dal cosiddetto decreto Rilancio, n.d.r.). Si tratta di uno sforzo sinergico all’attività normativa, quanto mai utile in quanto queste guide intendono dettagliare attività o compiti della professione che le ultime novità in campo legislativo mettono in rilievo.

L’ evidente vastità degli ambiti di intervento degli amministratori di condominio ha suggerito inoltre l’opportunità di avviare un percorso normativo per la qualifica delle competenze professionali del formatore, con differenti specifiche sia legali che tecniche: un tema cruciale a proposito del quale verrà a breve definita una inchiesta preliminare per valutarne la fattibilità.

Infine con riferimento alla norma quadro del settore – la UNI 10801:2016 “Attività professionali non regolamentate – Amministratore di condominio – Requisiti di conoscenza, abilità e competenza” – è stato deciso un progetto di aggiornamento del documento che vada ad allargarne i confini sino a comprendere le attività di gestione patrimoniale e, se possibile, quella del patrimonio storico e protetto. I lavori saranno sviluppati nel corso del 2021.
Nella futura edizione della norma sarà inserita la parte di gestione dello studio e del servizio, nel rispetto delle indicazioni europee valide per tutto il settore dei servizi.

Fonte: Articolo sito ufficiale UNI

close-image