Formazione Finanziata: una straordinaria opportunità per le aziende
Marzo 4, 2021
Smart working e welfare aziendale: una scelta vincente
Marzo 16, 2021

Violenza e molestie sul posto di lavoro: novità del nuovo contratto nazionale Metalmeccanici

 

L’ipotesi di accordo per il nuovo contratto nazionale Metalmeccanici – firmata lo scorso 5 febbraio e ora all’attenzione di lavoratrici e lavoratori – prevede una particolare attenzione alla prevenzione delle molestie e delle violenze sui luoghi di lavoro.

A seguito della ratifica ed esecuzione della Convenzione dell’OIL (Organizzazione internazionale del lavoro) n. 190 sull’eliminazione della violenza e delle molestie sul luogo di lavoro, adottata a Ginevra il 21 giugno 2019,  l’Italia si è ufficialmente impegnata ad adottare misure adeguate al fine di:

  • Includere la violenza e le molestie, come pure i rischi psicosociali correlati, nella gestione della salute e della sicurezza sul lavoro;
  • Identificare i pericoli e valutare i rischi relativi alla violenza e alle molestie,  con  la  partecipazione  dei lavoratori e dei rispettivi rappresentanti e adottare misure per prevenirli e tenerli sotto controllo;
  • Creare attività di sostegno per le persone che hanno subito violenza o molestie.

 

 

Il testo rappresenta un importante strumento nell’azione di contrasto alle violenze e alle molestie commesse nel mondo del lavoro, con l’ambizioso obiettivo di proteggere tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici a livello globale, a prescindere dal loro status contrattuale.

La Convenzione fornisce, innanzitutto, una definizione piuttosto ampia, suscettibile di includere non soltanto l’abuso fisico, ma anche quello verbale, oltre a fenomeni di stalking e mobbing, di violenza e molestia, anche di genere, intesi come comportamenti e pratiche che provochino, mirino a provocare o siano suscettibili di provocare danni fisici, psicologici, sessuali o economici.

Poiché “non solo tra le pareti domestiche, ma anche sul lavoro una donna o un uomo “si possono far morire anche senza ucciderli“, era importante che si arrivasse finalmente ad una presa di posizione cosciente e regolamentata.

Fonti psy.it  dire.it

      








 
SCOPRI L'EVENTO
* Si applicano termini e condizion
close-link
close-image