Proroga – migrazione alla UNI ISO 45001:2018 delle certificazioni accreditate e transizione ai documenti IAF MD 22:2018 e ISO IEC TS 17021-10:2018
Marzo 23, 2021
Whatsapp aziendali e diffusione dei dati
Aprile 6, 2021

Vi.Vi.Fir – Vidimazione virtuale del formulario rifiuti

 

È attivo dall’8 marzo 2021 il nuovo applicativo delle Camere di Commercio per la vidimazione dei formulari di trasporto attraverso un sistema informatizzato on line, alternativo a quello finora utilizzato.

Realizzato da Ecocerved, e messo a disposizione da Ecocamere, il servizio Vi.Vi.Fir (vidimazione virtuale del formulario) permette a imprese ed enti di produrre e vidimare autonomamente il formulario di identificazione del rifiuto, avvalendosi di un servizio reso disponibile on line dal sistema delle Camere di commercio, previa registrazione e senza alcun costo.

La norma:

La vidimazione informatica dei formulari di trasporto è stata introdotta dal D.Lgs 116/2020, come alternativa alla vidimazione, già in uso, da parte degli uffici dell’Agenzia delle entrate o delle Camere di commercio o degli uffici regionali o provinciali, che comunque rimane attiva e possibile.

Viene previsto che il formulario informatico sia:

  • prodotto da un sistema applicativo delle Camere di Commercio secondo il modello previsto dal DM n. 145/1998, conforme quindi ai modelli cartacei già in uso;
  • numerato e vidimato virtualmente dal sistema informatico camerale attraverso l’apposizione di un numero univoco;

 

Dopodichè:

  • il formulario deve essere stampato e compilato in duplice copia dal produttore o detentore del rifiuto da avviare a smaltimento o recupero;
  • una copia deve rimanere al produttore/detentore;
  • l’altra copia accompagna il rifiuto fino a destinazione, dove deve essere completato dal destinatario nelle parti mancanti;
  • il trasportatore riceve dal destinatario una fotocopia del documento completamente compilato;
  • il trasportatore provvede all’invio di copia del formulario così completata al produttore/detentore, anche a mezzo PEC.

Anche i formulari vidimati elettronicamente devono essere conservati per 3 anni da produttore/detentore, trasportatore e destinatario.

L’accesso al servizio è effettuato da un utente (persona fisica) che si autentica mediante identità digitale (CNS, SPID, CIE) e indica l’impresa o l’ente per conto della quale intende operare.

 

Se hai ancora qualche dubbio in merito, non esitare a contattarci e a richiedere informazioni. I nostri consulenti saranno a tua disposizione per aiutarti a muoverti all’interno di questa nuova piattaforma.

Ecoconsult ha un’area dedicata interamente alla consulenza in materia di Sostenibilità, clicca qui per scoprire di più!

 

Fonti: Assolombarda   Camera di Commercio d’Italia